Valpolicella Sup. “Il Velluto”2013 Az.Agr. Meroni

21,00

Valpolicella Sup. “Il Velluto” Az.Agr. Meroni

Denominazione: D.O.C. Valpolicella Classico Superiore

Uvaggio: 30 % Corvina 30% Corvinone 30% Rondinella 10% Molinara

Tipologia dei terreni: I terreni su cui insistono i vigneti hanno caratteristiche morfologiche varie e composite con forte presenza di zone calcaree argillose, i vigneti si trovano a un’altitudine compresa fra i 140 e i 300 metri s.l.m., con esposizione a Ovest/ Sud-Ovest.

Sistema di allevamento: Pergola Veronese e Guyot

Clima: È stata un’annata alquanto insolita in Valpolicella, come nel resto d’Italia ma sicuramente un’annata in un primo momento sottostimata. A Sant’Ambrogio le piogge ci sono state, ma non così eccessive come in altre zone d’Italia. Annata che ricorda gli anni ottanta, molto piovosa, un po’ più fresca e andamenti altalenanti di bel tempo. Per questo abbiamo avuto una più attenta selezione delle uve in ambito vendemmiale e una buona crescita della qualità durante l’appassimento. L’inverno è stato abbastanza mite, mentre la primavera è iniziata in ritardo con un mese di Aprile alquanto rigido rispetto alla norma stagionale e ciò ha contribuito a ritardare l’avvio vegetativo. A Maggio la vegetazione è partita grazie all’arrivo delle temperature più calde. L’estate è stata caratterizzata da giornate di sole e temperature nelle medie fino a inizio Luglio. Dalla prima decade di Luglio si sono verificate alcune perturbazioni che hanno portato a precipitazioni e all’abbassamento delle temperature, decretando già a metà Agosto la fine dell’estate. Questa situazione ha comportato un grande lavoro agronomico in campo per una gestione attenta del vigneto. Ottimi i risultati in termini di maturazione delle uve raggiunti che nonostante le piogge hanno consentito la produzione di uve sane, croccanti e con ottime acidità totali e PH. Il vino per il grado alcolico contenuto ma soprattutto per le note speziate e la grande componente aromatica è piacevole già in età giovane, nelle sue espressioni ricorda molto i Valpolicella Superiori degli anni ‘80.

Vendemmia: La vendemmia, rigorosamente a mano, è iniziata nella seconda decade di Settembre, con le uve che per prime hanno raggiunto l’ottima maturazione fenolica, nei vigneti del podere Sengia, per concludersi poi alla fine di settembre con quelle del podere Maso. I grappoli accuratamente selezionati sono stati messi a riposare in cassette per poi essere stoccate nei locali di appassimento. Uve sane, invaiatura di tutto rispetto, gradazione zuccherina nella media e ottima acidità.

Appassimento: I grappoli lasciati appassire naturalmente nel fruttaio, dai primi di ottobre fino alla seconda decade di novembre, sono stati periodicamente controllati ed hanno avuto, alla fine del processo, un calo di volume pari al 7-8%, presentandosi estremamente sani e privi di muffe o marcizioni, nonostante l’andamento climatico particolarmente umido.

Vinificazione: Pressatura e diraspatura delle uve e successiva fermentazione in acciaio, con macerazione di circa 25 giorni e numerosi interventi di rimontaggio dei mosti. Successiva fermentazione malolattica naturale in acciaio completata all’inizio dell’estate 2015.

Invecchiamento: Da giugno 2015 il vino è stato messo in botti di rovere di Slavonia da 20-25 hl, e lì ha trascorso un periodo di affinamento di circa 3 anni e mezzo, per poi essere destinato alle fasi preparatorie dell’imbottigliamento e della una successiva fase di affinamento in vetro prima della sua commercializzazione.

12 disponibili

Categorie: ,

Informazioni aggiuntive

Peso 1.490 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.